Come risparmiare acqua in casa?



Tempo di lettura:7 Minuti, 57 Secondi

Come spendere meno di acqua a casa?

Beh che domande! Usandone meno…! A parte la risposta che mi è stata data tempo fa da una persona, ci sono parecchi modi per risparmiare acqua in casa. Ho degli appartamenti in affitto ad uso turistico, per cui, in certi momenti, consumo davvero molta acqua. Mi sono spesso chiesto come riuscire ad abbassare il consumo di acqua nei miei appartamenti, ma non ci sono mai realmente riuscito.

Un giorno, ho pensato a una cosa semplicissima, dopo aver seguito tutta una serie di consigli in Internet giustissimi tra i quali:

  • Usare i frangigetto nei rubinetti.
  • Non aprire mai tutto il rubinetto e quando ci si lava i denti per esempio chiuderlo mentre ci si lava i denti.
  • Lanciare il programma della lavastoviglie, che consumi meno acqua, possibilmente con lavastoviglie a pieno carico e non lanciare le lavastoviglie mezze piene o quasi vuote.
  • Fare lavatrici sempre a pieno carico e con i programmi che usano meno acqua, per questo si possono leggere le schede tecniche della lavatrice.

Ognuno di questi consigli, come tutte le cose, ha i suoi pro ed i suoi contro. Usare meno acqua per la lavastoviglie o la lavatrice, influirà a volte anche pesantemente sulla qualità del lavaggio che ne conseguirà. Lanciare le lavastoviglie solo quando sono a pieno carico, se si è soli, comporta il fatto di doverle caricare lentamente durante la giornata, quindi a volte il cibo all’interno delle stoviglie fermenta e la lavastoviglie potrebbe fare cattivo odore soprattutto durante il periodo estivo, per questo esiste il ciclo di pre-lavaggio. I frangigetto nei rubinetti, spesso si otturano soprattutto in posti dove c’è molto calcare o non c’è un pre filtro in appartamento, quindi bisogna spesso pulirli. Tutti problemi risolvibili con un po’ di accorgimenti.

La soluzione più ovvia che mi ha davvero abbattuto i costi

Non vi sembrerà vero, ma la vera soluzione che ho adottato nel mio appartamento per abbattere i costi di consumo di acqua corrente e potabile è stata quella di stringere i rubinetti sottolavabo di ogni rubinetto dove ci si lava le mani e abbassare leggermente la pressione quindi stringere i rubinetti delle docce. Ricapitoliamo:

  • Stringere i rubinetti sottolavabo sotto ogni rubinetto della cucina e dei bagni.
  • Stringere i rubinetti, delle docce, sopratutto dell’acqua calda.
  • Stringere il rubinetto del carico della cassetta del gabinetto.

Uno spreco d’acqua potabile continuo

Il fatto di stringere il rubinetto del carico della cassetta del gabinetto, è molto importante perché spesso lo scarico del gabinetto rimane bloccato e gli affittuari, non lo sbloccano. Vuoi perché sono di fretta, vuoi perché a volte non se ne accorgono, escono dall’appartamento e lasciano per cinque o sei ore il pulsante della cassetta del gabinetto incastrata e l’acqua (potabile) scarica per ore giù nel gabinetto.

Chiudere invece il più possibile i rubinetti sottolavabo dei rubinetti del lavandino della cucina o nel lavabo nei bagni, dove ci si lava le mani, è molto importante perché spesso e volentieri i rubinetti, vengono aperti sempre al massimo, non ci si presta neanche attenzione, e vengono lasciati costantemente aperti mentre ci si lava i denti, mentre si puliscono le verdure anche per svariati minuti, fateci caso. Inoltre nessuno ha l’abitudine di chiudere il tappo del lavandino per riempire il lavandino e poi lavare le verdure.

La gente ultimamente fa correre l’acqua come se fosse gratuita. L’acqua è un bene preziosissimo! Sopratutto se potabile! Molto spesso, noto molte persone lasciare il rubinetto aperto anche per una decina di minuti. L’abitudine più assurda che vedo, è lavare quasi perfettamente le stoviglie prima di metterle nella lavastoviglie. Si mettono nella lavastoviglie le stoviglie già lavate! Nel fare quest’operazione si lascia aperto a tutta manetta il rubinetto dell’acqua. Credo che questo sia il maggior spreco casalingo di acqua potabile che si possa perpetrare.

Facciamo due calcoli sul consumo di acqua potabile in casa…

Mi sono messo a fare due misurazioni ed un paio di calcoli, ho preso un contenitore graduato e l’ho provato a riempire dapprima con il rubinetto sottolavabo della cucina completamente aperto ed aprendo totalmente il rubinetto della cucina, il risultato è stato che in 3,2 secondi ho riempito mezzo litro d’acqua. Poi ho provato a stringere po’ il rubinetto sottolavabo come l’avevo già trovato ed ho riempito mezzo litro d’acqua in 8,11 secondi e poi ho stretto quasi completamente il rubinetto sottolavabo, per fare in modo che anche se apro di colpo tutto il rubinetto della cucina, esca poca acqua, che però mi da la possibilità di lavarmi le mani e riempire quel che devo riempire. Vero è che avrà poca pressione, ma poco importa. Con quest’ultima impostazione ho riempito mezzo litro d’acqua in 12 secondi.

Mi darete del pazzo… beh forse un po’ lo sono, ma facciamo due calcoli e poi facciamo i conti…

Moltiplichiamo i mq2 di acqua per il costo in euro al metro cubo

Facendo le debite proporzioni, se impiego 3,2 secondi a riempire mezzo litro d’acqua, in un’ora ho consumato 562,5 litri di acqua. Sei impiego invece 8,11 secondi a riempire mezzo litro d’acqua, in un’ora, avrò consumato 221,95 litri d’acqua. In ultimo se impiego 12 secondi, a riempire mezzo litro d’acqua, in un’ora avrò consumato solamente 150 litri di acqua.

Considerando il fatto, che negli appartamenti ad uso turistico, io pago € 3,47 per metro cubo di acqua ed inserendo i dati in Excel…

RubinettoLitri/HMq2€/Mq2€/HHTotale €Risparmio
Aperto totalmente  562,50   0,56   3,47 €   1,95 €             40    78,08 € 
Aperto mediamente  221,95   0,22   3,47 €   0,77 €             40    30,81 €        47,27 € 
Quasi chiuso  150,00   0,15   3,47 €   0,52 €             40    20,82 €        57,26 € 
tabella consumo acqua con sotto rubinetto della cucina in varie posizioni, da aperto a quasi totalmente chiuso

In pratica, se si stringe quasi completamente il sotto rubinetto del rubinetto della cucina, ipotizzando un utilizzo totale di 40 ore in due mesi di tempo, il risparmio è davvero molto siamo attorno ad € 57.

Quanto costa se lasciano lo scarico del gabinetto scorrere?

Gli ospiti del nostro appartamento in affitto, per dimenticanza o perché non si accorgono che si è bloccato, lasciano scorrere l’acqua della cassetta del gabinetto, quindi spesso la saracinesca di scarico non chiuda bene, questo ha un costo e potrebbe essere caro. Se lasciate il rubinetto completamente aperto la mia cassetta del gabinetto impiega circa 1 minuto e 44 secondi a riempirsi di 9 litri di acqua, per cui se rimane aperta e lo scarico e continua a scorrere acqua giù per il gabinetto in un ora abbiamo scaricato 311 litri di acqua potabile nel gabinetto…! Mentre se il rubinetto di carico della cassetta è molto stretto la cassetta carica più lentamente ed impiegherà 5 minuti e 28 secondi per riempirsi completamente, se dovesse essere lasciata inavvertitamente in scarico, in un ora consumerebbe solo 98,78 litri… ora mettiamo i dati in un foglio Excel…

RubinettoLitri/HMq€ al Mq€ all’oraOra utilizzoTotale €Risparmio
Aperto totalmente311,5  0,31   3,47 €   1,08 €               6      6,49 € 
Quasi chiuso98,7  0,10   3,47 €   0,34 €               6      2,05 €          4,43 € 
tabella consumi in caso di scarico continuo cassetta del gabinetto

Se lo scarico che gabinetto rimane aperto per sei ore?

Ipotizziamo che lo scarico del gabinetto resti aperto per almeno 6 ore, con tutto il rubinetto aperto, lo scherzetto mi costerà € 6,49 mentre se il rubinetto è stretto, mi costerà solo € 2,05.

Bisogna fare un pochino di attenzione, poiché se nell’appartamento c’è un solo bagno per parecchie persone, potrebbe succedere che non ci sia abbastanza acqua nella cassetta per scaricare le deiezioni delle persone. Più che altro perché la cassetta si ricarica completamente ogni circa cinque minuti.

Sicuramente a lungo andare, se la vostra cassetta è rotta e spesso si incanta e continua a scaricare, rubinetto stretto o no, alla decima volta vi sareste già pagati l’idraulico o solo il pezzo di ricambio, infatti io devo chiamare l’idraulico!

Ultimo consiglio, mentre si aspetta che si scaldi l’acqua della doccia

Questo è una cosa che non avevo mai fatto perchè sinceramente la trovavo davvero esagerata. Mentre da quando mi sono trasferito in una casa con giardino in cui ho maggiore esigenza di lavare i pavimenti, ho iniziato a mettere un contenitore sotto la doccia la mattina, quando apro l’acqua calda, ovviamente, non arriva immediatamente e quindi per un paio di minuti, arriva fredda, tutta acqua che facevo scolare. Adesso quell’acqua la uso per lavare i pavimenti. Facendo un rapido calcolo, ogni mattina riempo circa un secchio da 5 litri. In pratica risparmio circa 1,825 mq2 che si traducono in poco meno di € 7 di risparmio.

Sapevo che a casa di una mia amica, davvero in difficoltà economiche, in Sicilia, essendo in 6 in famiglia, la madre faceva raccogliere l’acqua sotto la doccia, per poi riciclarla per la pulizia dei pavimenti ed il lavaggio dei panni.

Strumenti per ridurre il consumo di acqua

Scrivendo questo articolo mi sono imbattuto in alcuni strumenti per abbattere il consumo di acqua, come ad esempio i rompigetto più o meno complessi e complessi. Doccino per doccia ad alta pressione. Sensori IR da innestare nei rubinetti per aprirli e chiuderli automaticamente. Rubinetti automatici, che però costano ancora parecchio e ai quali bisogna portare cavi di corrente elettrica per mantenere attivo l’IR e dare elettricità all’elettrovalvola di cui sono equipaggiati.

Fonti

Xiaoda IPX6 – Dispositivo di risparmio idrico a induzione a infrarossi, protezione impermeabile contro l’eccesso d’acqua



Stephen A. Kleckner

Sono un sistemista informatico ed ho viaggiato molto in cielo, in terra e per mare. Amo la natura, il mare e lo sci. Sono molto curioso e sono appassionato di fisica. Ho una Mini Morris 850 e sono appassionato di LEGO. Adoro Star Trek.

Rispondi

Next Post

Ecco come fare la firma digitale gratis...

Gio Apr 28 , 2022
Avete esigenza di firmare digitalmente un documento? Negli ultimi tempi, è diventato sempre più necessario firmare digitalmente i documenti.Specialmente dopo la pandemia, finalmente, si è iniziato a lavorare da remoto.La semplice gestione di tutto ciò che possono essere le azioni quotidiane, come andare in banca, prendere appuntamenti telematici, l’invio dei documenti senza dover avere l’esigenza […]
immagine di CieSign su app store
error: Il contenuto è protetto... :)
Open chat
1
Hai bisogno di aiuto? Need Help?
Ciao hai bisongo di aiuto? Se mi vuoi scrivere, puoi farlo qui..

Hello do you need help? If you want to write me, you can do it here ..