La caduta del “Muro”



Io ero piccolo, avevo 8 anni e 11 mesi, mi mancava poco a compiere 9 anni, e, sinceramente, non capii molto bene… ricordo solo un’aurea di sollievo, avvertii che qualche cosa stava cambiando… che un sogno si era realizzato, per tutte quelle persone che vedevo passare dentro la TV in tinello, tutta quella gente sorridente, la mia Nonna e la mia Mamma in piedi a guardare fisse la TV commosse.

Vedevo tutta questa fiumana di gente che passava da quello che mi sembrava un casello, sorridente, festanti, tutte queste macchinine che partivano, che mi sembravano le macchinine con cui giocavo… ed io che mi chiedevo che diavolo ci fosse al al di là di quel muro che centinaia di persone prendevano a picconate in TV. Sinceramente non capivo, non capivo perché quel muro venisse con quella veemenza abbattuto… chissà che cosa poteva capire un bambino di poco meno di 9 anni di quel muro… ora dopo tanto tempo capisco la felicità di quelle persone, capisco la follia della DDR, capisco la felicità per la libertà, per fortuna che ci sono state delle persone che lo hanno voluto abbattere quel muro 🙂 ecco io vengo proprio da quella generazione, di quelli a cui hanno insegnato ad abbattere i muri per far contente le persone 😉

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo. Utilizziamo solo 3 cookie, che servono a Google Analytics per tracciare il traffico all'interno del nostro sito e fornirci le statistiche. Qui potete vedere la spiegazione che da Google dell'utilizzo, durata e funzione dei dati. https://developers.google.com/analytics/devguides/collection/analyticsjs/cookie-usage Noi non raccogliamo alcun dato sensibile.

Chiudi